Per la notte europea dei ricercatori del 30 settembre la Scienza apre le porte alla cittadinanza in molte città italiane. L’evento è promosso dalla Unione europea dal 2005 e si svolge in tutta Europa.

A Firenze, Siena e Pisa questa notte ha un nome ed è BRIGHT (“Brilliant Researchers Impact on Growth Health and Trust in research”: I ricercatori di talento hanno un impatto sulla crescita, la salute e la fiducia nella ricerca).  Un progetto delle Università di Pisa, Firenze, Siena, Cnr di Pisa, promosso dalla Regione Toscana, e realizzato in collaborazione con numerosi enti di ricerca, amministrazioni locali, associazioni e mezzi di comunicazione della Toscana.

Bright è la notte della ricerca toscana che Pisa si svolge secondo un percorso ideale di una ‘metropolitana del sapere’. Laboratori per adulti e per bambini, divisi in 5 diverse aree tematiche, spettacoli musicali, teatro e cinema per un denso programma di eventi a ingresso gratuito. Per sottolineare la connessione fra le tante sedi in cui si fa ricerca a Pisa, le attività saranno infatti organizzate secondo 5 “linee” (Salute e benessere, Nuove tecnologie, Sviluppo sostenibile, I regni della natura, Patrimonio culturale) che si snoderanno dalle vie del centro fino all’Area San Cataldo (CNR – Dipartimento di Chimica), passando per i musei dell’Ateneo fino a Calci.

Nel carnet del CNR di Pisa: ‘Il cuore stampato in 3D’ dell’Ifc, ‘Io ti controllo, tu mi controlli’ organizzato dall’In che dimostrerà come muovere con il solo pensiero l’arto di un’altra persona, ‘Sulle tracce dei tartufi: olfatto, vista e… DNA’ con i microscopi e i computer dell’Ibba. L’Isti presenta il riconoscimento visuale automatico con l’applicazione SmartEyes e, assieme all’Iit, alcune delle tecnologie realizzate per il progetto Smart Area. Il Registro.it con la sua Ludoteca, organizza giochi per i nativi digitali, mentre per saperne di più sulla quantità e qualità dell’acqua basta partecipare al laboratorio dell’Igg. La diversità dei dialetti del territorio italiano è invece il tema del gioco-lab ‘Am piasc! M’agradat! Indovina la lingua’ dell’Ilc. Laboratori di oceanografia ed ecotossicità e il seminario: ‘Svelare le complessità del mondo biologico con l’aiuto della fisica’ saranno a cura dell’Ibf

Dalla kermesse pisana il pensiero va anche ad Amatrice, con una spaghettata di solidarietà in favore delle popolazioni colpite dal sisma.

Anche a Cascina dove è presente l’interferometro Virgo presso EGO (European Gravitational Observatory) si festeggerà la Notte dei Ricercatori con altrettanti eventi e laboratori tra La Città del Teatro ed Ego. Consulta il programma

 

foto: Opera Digitale Pisa