Eliana Camporese – Si discuterà anche di cyber security e migranti, in chiave digitale, all’Internet Festival che si terrà a Pisa dal 6 al 9 ottobre. L’appuntamento vedrà un susseguirsi di incontri, conferenze, spazi espositivi, proiezioni, dibattiti, concerti.

L’edizione 2016, caratterizzata da 200 eventi in vari luoghi della città, farà un viaggio temporale all’indietro negli anni ’80, per poi attraversare il presente fino a proiettarsi nel prossimo futuro. Negli anni ’80 perché la prima connessione Internet in Italia è avvenuta proprio 30 anni fa a Pisa ad opera dei ricercatori del Cnuce CNR. Nell’attualità, per fare il punto sulla rivoluzione digitale così come la conosciamo oggi. Nei prossimi trent’anni, per capire come Internet ci cambierà ancora la vita.

Il tema comunicativo scelto per l’edizione di quest’anno si chiama “tessuti digitali”. Sono infatti i nodi e i legami digitali le nuove forme che potrebbero ridefinire ambiti futuri quali la sicurezza, l’identità personale, i conflitti; ma anche l’economia, lo sport, le opere d’arte. Le persone e gli oggetti al centro e i dati e le relazioni intorno. Tessuti digitali ma… reali!

Nell’ambito della cyber security verranno trattati argomenti quali sicurezza e privacy ai tempi dell’internet delle cose, Apple vs FBI, hacking di Stato tra sorveglianza, spionaggio e cyberwarfare, profilazione geografica a servizio dell’indagine. Tra i relatori, amministratori pubblici, informatici, hacker, giornalisti, esponenti delle forze dell’ordine, professori.

In tema di migranti saranno presenti testimonianze di attori impegnati con diversi ruoli sul fronte dell’accoglienza e della solidarietà, tra cui amministratori e professionisti in prima linea nelle regioni del sud Italia. E poi incontri sul rapporto tra innovazione digitale e solidarietà, nuove schiavitù legate al progresso tecnologico, migranti e odio in rete.

Altre tracce tematiche presenti all’evento saranno Cina express, sport, gaming, etica, robotica e mondo del lavoro, media digitali, imprese e start up. Non mancherà la cultura con incontri a tema e spettacoli teatrali, cinema e musica.

Le location che ospiteranno il festival sono dislocate nel centro cittadino: Ponte di Mezzo, Scuola Superiore Sant’Anna, Cineclub Arsenale, Mixart, Logge dei banchi, librerie Orsa Minore, Ghibellina, Feltrinelli, Fogola e dei Ragazzi; e ancora, cittadella Galileiana, Polo tecnologico, Teatri Verdi e Sant’Andrea, Gipsoteca di arte antica San Paolo all’orto, palazzo Franchetti, cinema Lumiere, Camera di commercio, Scuola Normale Superiore, Galleria Passaggi.

Internet Festival è promosso da Regione Toscana, Comune di Pisa, Registro.it e Istituto di Informatica e Telematica del Cnr, Università di Pisa, Scuola Superiore Sant’Anna, Scuola Normale Superiore insieme a Camera di Commercio di Pisa, Provincia di Pisa e Associazione Festival della Scienza. Il direttore del Festival è Claudio Giua, presidente di Fondazione Sistema Toscana.

Tra i partecipanti: Lucia Annunziata, Mario Calabresi, Susanna Camusso, Ilaria Cucchi, Marco Carrai, Iaia Forte, Franco Gabrielli, Daniele Ciprì, Jacob Collier.

Gli eventi del festival sono tutti gratuiti e si svolgeranno in lingua italiana; gli interventi in inglese avranno un servizio di interpretariato.

Eliana Camporese