L’annuncio della Nasa è giunto ieri 22 febbraio dopo la suspence di mesi di attese. Grazie al Telescopio Spitzer la Nasa ha scoperto l’esistenza di un sistema solare nella costellazione dell’acquario. I sette pianeti che ne fanno parte ruotano intorno a una sola stella, la nana fredda TRAPPIST-1. Tre di questi pianeti sono saldamente collocati nella zona ‘abitabile’ ossia l’area intorno alla stella madre in cui un pianeta roccioso ha più probabilità di ospitare acqua allo stato liquido, una delle principali condizioni conosciute perché si possa sviluppare la vita.

La temperatura di superficie dei sei pianeti più vicini alla st2981_t1d_systemella sarebbe compresa tra gli zero e i cento gradi centigradi. Questi corpi celesti potrebbero tutti quindi ospitare acqua allo stato liquido nelle condizioni atmosferiche appropriate, ma le probabilità sono più alte si riscontrano in quei tre che si trovano nella zona abitabile.

 

Leggi l’articolo della Nasa

Credits Nasa