La ricerca DEA portata avanti dall’Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali del Cnr, affronta il tema della parità di genere nel settore audiovisivo, un’industria che ha un’importanza strategica nella rappresentazione delle donne nella società e nell’eliminazione degli stereotipi.
All’interno della ricerca ecco dal Cnr i risultati del rapporto Gap&Ciak, vale a dire lo studio sul gap ovvero il divario di genere nel settore dell’audio visivo:
• l’88% dei film a finanziamento pubblico italiano è diretto da uomini.
• Il 79% dei film prodotti dalla Rai è diretto da uomini.
• Il 90.8% dei film che arrivano alle sale cinematografiche è diretto da uomini.

Ma non è certo una questione di qualità:
• il 33% dei film diretti da donne ha partecipato o vinto premi a festival nazionali e internazionali.
• Su 150 film candidati per il finanziamento di film di interesse culturale del MIBACT 2016, il 39% dei progetti presentati dalle registe ha ottenuto il finanziamento, contro il 36% di quelli presentati dai registi.

Se guardiamo la situazione in Europa:
• la Svezia con il 34% di donne registe dà il buon esempio agli altri paesi europei; seguono Austria con il 34%, Germania (25%), Francia (22%), Regno Unito e Croazia (19%), ultima l’Italia con il 12%.

Le aspirazioni delle ragazze sono diverse da quelle dei ragazzi? Dai primi dati del CSC sembra di sì:

• le ragazze che vogliono formarsi in questo campo sono meno numerose dei loro coetanei. Dai dati pubblicati nel rapporto DEA, si evince infatti che le domande di iscrizione al Centro sperimentale di Cinematografia – Scuola Nazionale del Cinema effettuate dal 2006 al 2013 arrivano per il solo 39% da donne, che costituiscono il 41,5% delle diplomate.
• I ragazzi preferiscono la regia, mentre la ragazze appaiono più disponibili a diversificare i loro percorsi.
• Tuttavia le ragazze hanno più successo nelle selezioni per i corsi di regia e sceneggiatura.

Il progetto entra nella fase di costruzione della banca dati sulle posizioni di donne e uomini nel mondo dell’audiovisivo, partendo dalla formazione professionale.

Domani 9 marzo a Roma verranno presentati i dati alle studentesse e agli studenti del Centro Sperimentale di Cinematografia. Alla presentazione interverranno: Caterina D’Amico – Preside Scuola Nazionale di Cinema, Roberta Allegrini- Direttrice della Fotografia, Mariangela Barbanente – regista, Stefania Casini – regista e produttrice, Emanuela Del Monaco – Sceneggiatrice, Ilaria A. De Pascalis – ricercatrice dell’Università degli Studi Roma Tre, Susanna Nicchiarelli – regista, Maura Misiti – coordinatrice del progetto DEA.

Leggi il Rapporto  ‘GAP&Ciak’ e le slides relative

 

Fonte:Cnr Roma