Comunicato Stampa – Comune di Cascina

Da mercoledì 17 maggio 2017 anche presso l’ufficio anagrafe del Comune di Cascina, sarà possibile esprimere la propria volontà sulla donazione di organi e tessuti. Anche il Comune di Cascina entra dunque a far parte del progetto “Una scelta in Comune”, sostenuto e promosso dalla Regione Toscana in sinergia con l’Associazione italiana per la donazione organi e il Centro nazionale trapianti.

Tutti i cittadini maggiorenni in possesso di carta di identità, i cittadini stranieri con regolare documento di riconoscimento e tessera sanitaria validi, potranno esprimere la propria volontà al consenso o al diniego sulla donazione firmando il modulo reperibile presso l’ufficio anagrafe. La decisione sarà inviata al Sistema informativo trapianti, cioè la banca dati del Ministero della Salute che raccoglie tutte le espressioni di volontà sulla donazione di organi. Se poi lo vorranno, i cittadini potranno richiedere l’annotazione di tale volontà sulla carta d’identità.

La dichiarazione di assenso o diniego alla donazione può essere resa anche con una delle seguenti modalità: presso gli appositi sportelli delle Asl; compilando e firmando la tessera dell’Associazione italiana donazione organi (Aido); con una dichiarazione in carta libera completa di tutti i dati personali, datata e firmata da conservare nel portafoglio; con il Tesserino blu inviato dal Ministero della Salute nel 2000; con le DonoCard delle associazioni di settore. E’ sempre possibile, in qualsiasi momento, cambiare idea sulla donazione con una nuova dichiarazione: farà fede l’ultima dichiarazione resa in ordine di tempo. E resta comunque la possibilità di astenersi dal manifestare la propria volontà sulla donazione.

«Si tratta di un’azione strategica per il sistema trapianti e di progetto di grande valore civile -dice Donatella Legnaioli, assessore di Cascina ai servizi demografici- perché donare gli organi è indice di grande altruismo e sensibilità verso coloro che attendono un organo per sopravvivere e riprendersi la vita. E’ un atto di civiltà e un atto d’amore allo stesso tempo».

«Tutti i nostri operatori dell’anagrafe sono stati opportunamente formati, sia dal punto di vista giuridico, sia dal punto di vista sanitario, per rispondere alle domande dei cittadini -dice la dottoressa Lisa Vanni, responsabile dei Servizi demografici di Cascina- così da consentire una scelta informata»

«In provincia di Pisa gli iscritti all’Aido sono oltre 10mila ma serve continuare a sensibilizzare tutti sul tema della donazione, non solo di organi, tessuti e cellule, ma anche di sangue – spiega Carmine Mancini, presidente della sezione Aido di Pisa- perché ogni anno in Italia ci sono più di 9mila persone in attesa di un trapianto ma solo un terzo di questi riesce ad avere a disposizione un organo. In provincia di Pisa gli iscritti all’Aido sono oltre 10mila».

L’Ufficio anagrafe del Comune di Cascina si trova in viale Comaschi 116 ed è aperto al pubblico il lunedì, mercoledì e venerdì in orario 8.30-12.30, il martedì in orario 15-17 e il giovedì in orario 8.30-12.30 e 15-17.

Informazioni possono esser richieste sia all’Ufficio anagrafe sia all’Ufficio relazioni con il pubblico. Sono disponibili brochure informative sul servizio anche in inglese, francese, spagnolo, albanese, arabo, cinese, polacco e rumeno.

Nella Foto: Da sinistra Carmine Mancini, Donatella Legnaioli, Lisa Vanni.