Presso Auditorium Parco della Musica “Ennio Morricone” dal 21 al 27 novembre al via la rassegna alla sua 17esima edizione

“Esplorare” è il filo conduttore della Festival della Scienza 2022. Un concetto chiave per la scienza e il metodo di indagine che la contraddistingue. Ma senza scomodare i percorsi delle grandi scoperte, in realtà esplorare è quello che fanno i bambini mentre crescono e giocano; è una prerogativa dell’essere vivente che vive ed evolve, seguendo processi del tutto spontanei e naturali. E’ tutto ciò che facciamo quando apriamo un libro o percorriamo una strada sconosciuta, è quello che fa un animale in cerca di cibo o una pianta in cerca di luce. E’ certo che solo esplorando si possono scoprire nuovi scenari e trovare nuove soluzioni a vecchi e nuovi problemi. Oggi più che mai c’è bisogno di cambiare visione o approfondirla, di creare nuovi orizzonti verso cui guardare.

Il Festival della Scienza della Capitale, organizzato dalla Fondazione Musica per Roma, quest’anno si sviluppa attraverso 5 grandi temi “Futuri”, “Menti”, “Società”, “Spazi” e “Vita”. Ricercatori, scienziati, giornalisti e intellettuali del panorama internazionale interverranno negli oltre 400 eventi in programma dedicati a tutte le fasce di età, grazie ad un approccio multidisciplinare e trasversale che connota il metodo e l’organizzazione del Festival ormai da 17 anni. Laboratori sperimentali e divertenti, conferenze, installazioni, incontri con ricercatori ed eventi a metà strada tra arte e scienza coroneranno un programma articolato dove si esplora un territorio fertile come quello della divulgazione.

E in tal senso attenzione particolare è rivolta a ricerca e formazione, per cui il programma ‘Educational’ è ricco di eventi da remoto e in presenza e coinvolge le classi di scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado. Molti gli Istituti di ricerca e le università che partecipano con proprie mostre, spazi, laboratori e conferenze all’interno della manifestazione.

Tutte le info su https://festivaldellescienzeroma.it/sponsor/

FOTO CREDITS: Auditorium Parco della Musica Roma